Bio

BIOGRAFIA

Mia nonna era un attrice, mia madre una mistica, mio padre un antiquario e mio fratello e’ il pro nipote di un papa.

E’ difficile per me raccontare la mia storia, e’ talmente ricca di cose strane che rischio di fare confusione. 

Sicuramente non vengo da una famiglia normale, pensate che quando sono nato mio padre era uno degli uomini piu ricchi di Roma, poi qualche anno dopo la mia nascita ha perso tutto.

Mia madre era la figlia di Eleonora Rossi Drago, una famosa attrice del dopoguerra, la chiamavano la signora del cinema italiano, protagonista di tantissimi film e spesso sulle copertine dei giornali.

Fiorella, mia madre aveva avuto un po tutto dalla vita, era nata ricca, lavorava alla Rai, era stata sposata prima con un importante nobile romano nipote di un papa, poi con mio padre Enrico, imprenditore ed antiquario. 

Arrivata ad una certa eta’ aveva sentito il bisogno di lasciare quella vita fatta di sfarzi e lussi e scappare lontano, cosi quando avevo all’incirca l’eta di tre anni ci siamo trasferiti in Umbria, in una abbazia del XII secolo vicino Todi.

Io cresco proprio li, a Viepri, un paese di 143 abitanti.

Ero un bravo bambino, andavo bene a scuola e facevo il chierichetto.

In casa c’era un via vai di artisti, ricordo con piacere Carmelo Bene, D’Orazio, Bruno Ceccobelli e Gino Marotta.

A Viepri siamo stati undici anni poi siamo andati a vivere a Foligno dove in pochi mesi ho subito un forte cambiamento, ho incontrato una realtà’ diversa che mia ha trasformato, ho cominciato ad andare male a scuola, ho conosciuto le donne, gli stupefacenti e la musica. 

Nell’adolescenza ho trovato la mia liberta’ nell’arte del Djing e della Master of Ceremony, ho cominciato ad organizzare party e man mano dopo qualche anno di gavetta ed una breve esperienza come giardiniere, la mia passione si e’ trasformata in lavoro.

Dal 1997 al 2021, senza mai fermarmi nemmeno un secondo, ho prodotto dischi, gestito locali notturni, lavorato in network radiofonici, mi sono esibito in Italia e a volte anche all’estero, ho fondato etichette discografiche, ho cantato, scritto, fatto teatro, mi sono diplomato alla scuola di Mogol, ho vinto premi, ho fatto enormi cazzate e fortunatamente ho sempre cercato di imparare dai miei errori.

Ho usato vari pseudonimi in questi anni, negli anni del Red Zone di Perugia sono stato Master Enjoy, ma anche Radical Freak o Talk Back per alcuni progetti piu commerciali. 

Ora uso prevalentemente l’alias “Ector Nina” progetto con cui produco tracce e mi esibisco in un live set particolare in cui unisco musica, voce loop e campioni.

in questi anni ho sempre dipinto, la maggior parte di queste opere le ho buttate, altre le ho regalate.

Attualmente sto sperimentando varie forme d’arte.